martedì 24 giugno 2014

Lo sforzo di ricordare

Raramente ho scritto sul retro delle foto la data ed il luogo, in un impeto di enorme fiducia nella mia memoria, pensando che certi momenti sono stati così belli che li avrei avuti ben chiari in mente per sempre.
Poi gli anni sono andati per conto loro, carichi di ricordi da classificare, informazioni da processare, sono iniziate le peregrinazioni con i miei carichi di scatoloni e oggetti che ad un certo punto ho iniziato "sbadatamente ad abbandonre", per far posto al futuro.
Così, durante il mio ultimo soggiorno dai miei, ritrovare delle foto che non vedevo da tanto ha scombussolato tutto il mio archivio mnemonico.
Caso più unico che raro, nel retro delle foto c'era scritta la data: Marzo 2002, ma io ero sicura che le persone ritratte le avessi conosciute prima, e nel 2002 non mi trovavo assolutamente lì, a Canazei.
E' incredibile quanto questa cosa mi abbia messo in crisi: ho iniziato a frugare nei cassetti per cercare altre foto con la data, in modo da collegare spazi e tempi, ho riesumato voci e volti, episodi, cercando di incasellare gli avvenimenti della mia vita degli ultimi 15 anni.
(Cecilia, ho ritrovato delle lettere che mi hai scritto da Granada).Ho chiamato la persona della foto, ritrovando emozioni.
Purtroppo neanche questo è servito a svelare il mistero di questo marzo 2002, le date non erano sfuggite solo a me.
Allora ho chiamato mio fratello, visto che alcuni momenti delle nostre vite si sono intrecciati strettamente...e mi ha confermato che io nel 2002 non ero in Trentino, come ricordavo.
Insomma, sono passati due mesi in cui mi sono scervellata, poi riprendendo in mano tutte le foto...giro QUELLA FOTO e...: era marzo 2001. GRRRR...avevo letto male la data! Tutta quella fatica, quell'annaspare dietro al tempo che fu!!!!
Ecco che i ricordi (non tutti tutti però) sono tornati perfettamente nel loro ordine cronologico e io mi sono ripromessa di non guardare più montagne di foto alle 2 del mattino...
Accidenti, questo viaggio nel tempo è stato molto interessante...è stato come vivere due volte, che bella la gioventù!

4 commenti:

  1. Oddio, lettere, di un tempo che io ricordo bruttissimo ... Lo era, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non le ho rilette...ma lo faro' presto. Poi ti diro'. Sono ancora molto impegnata con la scuola.

      Elimina
  2. Ciao Tina, my Dreamy Teacher, sei assolutamente amabile nei tuoi racconti. Anche con quest'ultimo mi hai toccato, perchè a me è capitato spesso di non segnare o catalogare le mie foto, credendo che sicuramente anche in seguito avrei senz'altro ricordato con precisione ogni istante e luogo visitato. Salvo poi, disperarmi, quando, a distanza di tempo rivedendo quelle stesse foto mi sono reso conto che la memoria fallisce. Purtroppo la vita di ogni giorno fa dimenticare molti dei momenti vissuti seppur belli. Ma tu continuaa così. Il tuo amico delle community Sicilia e Sardegna, Angelo (Orgo Solo)

    RispondiElimina
  3. Grazie Orgo Solo (Angelo)!
    A presto!

    RispondiElimina